L’Accademia Filarmonica di Verona. Prospettive di tutela e scheda SM

Michele Magnabosco

Abstract


La collezione risale al XVI secolo ed è composta dall’archivio storico, dalla biblioteca e dalla collezione di settantuno strumenti musicali, molti dei quali di epoca rinascimentale. Un catalogo, a cura di John Henry van der Meer e Rainer Weber, fu pubblicato nel 1982. La collezione, tuttavia, non è ancora stata dichiarata “di interesse storico e culturale” da parte del Ministero per i Beni e Attività Culturali e a questo scopo è stata condotta, dal 2007, la schedatura secondo il tracciato della scheda OA. Si auspica l’elaborazione di un tracciato specifico per la schedatura degli strumenti musicali, unico per tutte le tipologie di strumenti e integrabile con collegamenti multimediali a risorse esterne. Si evidenzia anche la necessità di sviluppare procedure informatiche per la compilazione delle schede che siano aggiornate e compatibili con i principali sistemi operativi attualmente in uso.

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.6092/1826-9001.8.774

Registrazione presso la Cancelleria del Tribunale di Pavia n. 552 del 14 luglio 2000 – ISSN elettronico 1826-9001 | Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Musicologia | Pavia University Press

Privacy e cookies