Gettare nuova luce sul passato. Le regie di Egisto Macchi per l’Euridice e il Combattimento di Tancredi e Clorinda

Angela Carone

Abstract


Nel 1989 Egisto Macchi curò le regie dell’Euridice di Jacopo Peri e del Combattimento di Tancredi e Clorinda di Claudio Monteverdi; quello stesso anno, i lavori furono eseguiti in Germania e in Italia dal Gruppo Recitar Cantando, diretto da Fausto Razzi. Con l’ausilio di alcuni documenti inediti di Macchi è possibile dimostrare sia il suo grande interesse per la musica barocca sia le modalità con cui egli impiegò le luci, i movimenti dei cantanti e – limitatamente all’Euridice – le maschere per mettere in scena i capolavori di Peri e Monteverdi. Le soluzioni tecniche che ne scaturirono sono per certi aspetti simili a quelle che Macchi adottò in proprie composizioni destinate al teatro; più in generale, le procedure impiegate mostrano affinità con le sperimentazioni in ambito teatrale compiute durante gli anni Sessanta.

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13132/1826-9001/17.1900

Registrazione presso la Cancelleria del Tribunale di Pavia n. 552 del 14 luglio 2000 – ISSN elettronico 1826-9001 | Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Musicologia | Pavia University Press

Privacy e cookies