Particolari noti e poco noti di un Processionale in scrittura beneventana

Laura Albiero

Abstract


Il presente articolo affronta il fenomeno delle caudae melodiche nelle antifone processionali e del loro utilizzo come sede di sviluppo di tropi testuali. Tale sviluppo è osservato in particolare per quel che riguarda la tradizione italiana, soprattutto in riferimento al processionale Città del Vaticano, BAV, Reg. lat. 334, copiato nel sec. XII per il monastero di San Domenico di Sora, in Italia meridionale. Il codice, che contiene anche un Libellus precum e i Flores psalmorum di Prudenzio di Troyes, è anche testimone della presenza delle differentiae al termine delle antifone di processione.

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13132/1826-9001/16.1843

Registrazione presso la Cancelleria del Tribunale di Pavia n. 552 del 14 luglio 2000 – ISSN elettronico 1826-9001 | Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Musicologia | Pavia University Press

Privacy e cookies