La misurazione della performance nelle società partecipate: una proposta metodologica

Spiridione Lucio Dicorato

Abstract


A partire dagli anni '80 e '90, in seguito all'avvento del paradigma del New Public Management (Pollitt, 1993), le società̀ a partecipazione pubblica sono diventate uno dei fenomeni più̀ discussi e affrontato sia dalla letteratura scientifica che dal legislatore. Il Contributo fondamentale di questo lavoro è quello di descrivere le varie teorie utilizzate per le performance delle Società̀ a partecipazione pubblica poiché̀, nonostante il crescente interesse sulle società̀ a capitale pubblico, specialmente a livello locale, povero risulta ancora l’interesse verso il tema della performance (Ringkjøb et al., 2008; Grossi et al., 2015). Ampio filone della letteratura ha sempre concentrato la valutazione della performance delle società̀ pubbliche sulla redditività̀ e sull’efficienza, dimostrando una sostanziale differenza di rendimento rispetto alle società̀ a capitale privato (Boardman, Vining 1989). Tutto ciò̀ porta a considerare la teoria del valore pubblico e le sue dimensioni di misurazione come il framework più̀ adatto in letteratura capace di dare risposte alle numerose dimensioni di performance delle società̀ a partecipazione pubblica.


Full Text:

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13132/2038-5498/10.1.1967

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Registered by the Cancelleria del Tribunale di Pavia N. 685/2007 R.S.P. – electronic ISSN 2038-5498

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________


Privacy e cookies