Sistemi Combinatori. L'ordine nel comportamento collettivo

Piero Mella

Abstract


Questo studio si propone di presentare la Combinatory Systems Theory, una semplice teoria che è in grado di descrivere, interpretare e spiegare molti fenomeni collettivi e loro effetti osservabili. La Teoria dei Sistemi Combinatori è stata recentemente formalizzata dal mio volume Combinatory Systems Theory, edito da Sprin- ger nel 2017. Ad esso mi sono in parte ispirato nello svolgimento di questo paper. Un “Sistema Combinatorio” è una "collettività" (pluralità, popolazione, specie, gruppo ecc) di agenti relativamente simili (uomini, animali, batteri e così via) che producono micro comportamenti e micro effetti relativamente analoghi (dinamiche dei loro micro-stati) osservabili (o definibili). Considerati insieme, i micro comportamenti /effetti producono un macro comportamento emergente (dinamica del macro-stato collettivo), che non è incluso in anticipo nel pro- gramma operativo del comportamento degli agenti, ma è invece attribuibile alla "collettività" nel suo comples- so, considerata come un sistema unitario. Il macro comportamento collettivo, a sua volta, condiziona o dirige i successivi micro comportamenti degli agenti. Questo rapporto reciproco agenti-collettività è definito “micro- macro feedback” e rappresenta una condizione necessaria e sufficiente per l’esistenza di un sistema combinato- rio in quanto garantisce il mantenimento nel tempo del macro comportamento del sistema e aggiorna costante- mente i micro comportamenti; quando il sistema si avvia "per caso", "di necessità esso sviluppa e mantiene nel tempo le sue dinamiche, come se una "mano invisibile", una “Autorità Suprema” regolasse tali dinamiche e producesse gli effetti osservabili e i modelli di comportamento. Di fatto, i Sistemi Combinatori sono in grado di produrre molti fenomeni osservabili quattro dei quali sono: l'accumulo di oggetti, la diffusione oggetti, caratteri e funzionalità, il perseguimento o superamento di un limite e il raggiungimento ed il mantenimento di un ordine tra i micro comportamenti degli agenti. Un quinto rilevante effetto, che comprende gli altri, è la dinamica inter- dipendente tra il miglioramento individuale perseguito dagli agenti e il progresso collettivo nello stato generale di una collettività (definito in modi opportuni). 


Full Text:

Untitled PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13132/2038-5498/8.4.205-225

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Registered by the Cancelleria del Tribunale di Pavia N. 685/2007 R.S.P. – electronic ISSN 2038-5498

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________


Privacy e cookies