La nuova Via della Seta

Adele Colli Franzone

Abstract


Dopo quattro anni di lavoro è stato messo a punto e presentato al forum “One belt one road” il progetto della “Nuova Via della Seta” da parte del Presidente cinese Xi Jinping alla presenza di ben ventinove Capi di Stato e di governo nella località di Yanqi Lake. Il progetto definisce un insieme di infrastrutture che unisce la Cina al resto del mondo coinvolgendo almeno sessantacinque paesi e ponendosi in tal modo come “guida” della globalizzazione. Gli analisti hanno definito il progetto una sorta di nuovo “Piano Marshall” cinese. Un piano che recupera una storia di 2100 anni fa: per questo il Presidente cinese afferma “oggi, riandando al passato posso quasi sentire i campanacci del cammello echeggiare qui tra i monti”. Ma il cammello ne ha fatta di strada ed è arrivato fino a noi. Ora si rimette in cammino e ci fa ritrovare la “Via della Seta” in un contesto certamente inedito.  


Full Text:

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13132/2038-5498/8.2.87-90

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Registered by the Cancelleria del Tribunale di Pavia N. 685/2007 R.S.P. – electronic ISSN 2038-5498

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________


Privacy e cookies