Andamento dei livelli di leptina e adiponectina nel corso della vita

Giada Biddeci, Barbara Rundo, Laura Losa, Sara Pagani, Kamilia Laarej, Anna Chiara Malvezzi, Cristina Meazza

Abstract


Il tessuto adiposo sembra essere un organo di fondamentale importanza nel processo di invecchiamento. Abbiamo studiato come l’invecchiamento in buone condizioni di salute possa avere radici nel profilo metabolico del primo anno di vita, valutando i livelli di leptina e adiponectina in età neonatale (15 AGA e 11 SGA), in 30 centenari e in 31 soggetti anziani sani.
Alla nascita, i neonati SGA (Small for Gestational Age) mostrano più bassi livelli di leptina rispetto ai neonati AGA (Adeguate for Gestational Age) (SGA 0.86±0.36, AGA 1.49±0.60 ng/ml; p<0.05) e livelli comparabili di adiponectina. Ad un anno, gli SGA mostrano un aumento nei valori di leptina (SGA 1.86±0.35, AGA 1.24±0.16 ng/ml) e una lieve riduzione di quelli dell’adiponectina (SGA 37.17±2.30, AGA 36.90±2.20 μg/ml) rispetto ai soggetti nati AGA. I centenari presentano livelli di leptina ridotti rispetto ad un gruppo di anziani (centenari 18.33±4.00, anziani 39.97±11.10 ng/ml; p<0.05), ma valori di adiponectina maggiori (centenari 60.93±10.80, anziani 36.35±5.68 μg/ml; p<0.05).
I centenari, similmente ai bambini AGA durante il primo anno di vita, mostrano un profilo adipochinico favore-vole; ciò suggerisce che la condizione metabolica in età infantile potrebbe influenzare la longevità.


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.6092/2039-1404.124.996



ISSN cartaceo: 0390-8283 - ISSN elettronico: 2039-1404 - Periodicità trimestrale - Pubblicato dal 1886 - Registrazione presso la Cancelleria del Tribunale di Pavia
Pavia University Press
Università degli Studi di Pavia - Facoltà di Medicina e Chirurgia - Policlinico "San Matteo"

Privacy e cookies