Approccio innovativo alla criopreservazione dei gameti nella procreazione medicalmente assistita: la vitrificazione

Roberta Rossini, Alessandro Verza, Manuela Piccinino, Mariangela Rampino, Monica Prina, Luca Cafaro, Antonella Martino, Cristina Vetrano

Abstract



L’obiettivo del nostro studio è di determinare le caratteristiche degli ovociti dopo la criopreservazione, in parti-colare usando la tecnica della vitrificazione e del congelamento lento. La crioconservazione degli ovociti con la nuova tecnica di vitrificazione ha dato maggiori tassi di sopravvivenza ovocitaria post scongelamento e una più alta percentuale di fertilizzazione rispetto al protocollo precedentemente in uso (congelamento lento), 76.19% vs 29.78%, anche se è richiesta l’estensione numerica del campione preso in esame per confermare quale delle due tecniche sia la più efficace. Alla luce di tali risultati la crioconservazione degli ovociti, in particolare la vitrifica-zione, può essere eseguita come una tecnica di routine [6].

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.6092/2039-1404.123.582



ISSN cartaceo: 0390-8283 - ISSN elettronico: 2039-1404 - Periodicità trimestrale - Pubblicato dal 1886 - Registrazione presso la Cancelleria del Tribunale di Pavia
Pavia University Press
Università degli Studi di Pavia - Facoltà di Medicina e Chirurgia - Policlinico "San Matteo"

Privacy e cookies