Relazione struttura/funzione e rapporto tra numero di cellule ganglionari retiniche e sensibilità luminosa differenziale espressa in scala logaritmica e lineare nel glaucoma

Pietro Distante, Marta Raimondi, Sara Lanteri, Massimiliano Rolando, Sara Lombardo, Alice Chandra Verticchio Vercellin, Giovanni Milano

Abstract


Le conte delle cellule ganglionari retiniche (RGC) peripapillari e maculari ottenute empiricamente discriminano bene tra i vari stadi di neuropatia ottica glaucomatosa. L’esame del campo visivo misura anche le sensibilità luminose differenziali (DLS) in decibel (dB), ma queste possono anche essere convertite in 1/Lambert (1/L). La correlazione del numero delle RGC con le sensibilità luminose differenziali mostra andamenti differenti a seconda della scala utilizzata: il ricorso a DLS espresse in 1/L dimostra l’assenza di una riserva funzionale e l’esistenza di una funzione continua e lineare, ma non migliora la correlazione struttura/funzione che è di tipo moderato. Focal e Global Loss Volume (FLV e GLV) hanno una buona accuratezza diagnostica nella neuropatia ottica glaucomatosa.

Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.6092/2039-1404.127.1662



ISSN cartaceo: 0390-8283 - ISSN elettronico: 2039-1404 - Periodicità trimestrale - Pubblicato dal 1886 - Registrazione presso la Cancelleria del Tribunale di Pavia
Pavia University Press
Università degli Studi di Pavia - Facoltà di Medicina e Chirurgia - Policlinico "San Matteo"

Privacy e cookies