Acne Fulminans e sindrome SAPHO: studio di un caso

Stefania Barruscotti, Vincenzo Barbaccia, Vincenzo Grasso, Giambattista Manna, Andrea Carugno, Anna Sabena, Valeria Brazzelli

Abstract


L’acne fulminans (AF) è una rara grave forma di acne vulgaris associata a sintomi sistemici. Essa colpisce prin-cipalmente adolescenti di sesso maschile. Sebbene l’eziologia dell’AF rimanga sconosciuta, molte teorie sono state avanzate: ipersecrezione androgenetica, presenza di immunocomplessi e predisposizione genetica. La ma-lattia si presenta con l’insorgenza acuta di noduli dolenti, ulcerati sul viso, petto e dorso e franche raccolte asces-suali. Le manifestazioni sistemiche associate sono febbre e dolore muscolo-scheletrico, di solito presenti già al momento dell’esordio con perdita di peso. Il trattamento dell’AF è difficile poiché la risposta alle tradizionali terapie per l’acne è scarsa. Le linee guida raccomandano un trattamento aggressivo con una combinazione di steroidi orali e isotretinoina. Presentiamo il caso di un giovane adolescente che ha sofferto di AF ed è stato trat-tato efficacemente con associazione di isotretinoina e prednisone. Successivamente ha sviluppato una sacroileite con grosse difficoltà alla deambulazione e con intenso dolore, interpretata come sindrome SAPHO (sinovite, acne, pustolosi, iperostosi e osteite). L’associazione tra AF e sindrome SAPHO è molto rara e comunque sono entrambe considerate nello spettro delle patologie autoimmuni reumatologiche; è pertanto richiesto un approccio multidisciplinare per una corretta gestione diagnostico-terapeutica.


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.6092/2039-1404.126.1480



ISSN cartaceo: 0390-8283 - ISSN elettronico: 2039-1404 - Periodicità trimestrale - Pubblicato dal 1886 - Registrazione presso la Cancelleria del Tribunale di Pavia
Pavia University Press
Università degli Studi di Pavia - Facoltà di Medicina e Chirurgia - Policlinico "San Matteo"

Privacy e cookies